THE MOST FAMOUS

The most popular festival of the Castelli Romani is undoubtedly the “Wine Festival of Marino.

La fontana dei quattro mori addobbata con i grappoli d'uvaIt takes place the first weekend of October. The main phases of the celebration are the solemn procession, the parade, the miracle of the fountains that “give wine”, the distribution of grapes and wine in the streets of the village, the sight of the flag. The procession recalls the historic event took place in Rome on 4 December 1571, when Pope Pius V wanted  to be bestowed to Marcantonio Colonna, Lord of Marino, who  had given command of the papal fleet in the Battle of Lepanto against the Turks, same great honor reserved in ancient Rome to the bravest generals. Marcantonio Colonna was in fact distinguished courage and ability to contribute decisively to the victory of the Holy League against the forces of the Ottoman Empire. By the same historical event gave rise to the religious festival of thanksgiving to the Virgin of Victory – then the SS.Rosario – under whose protection the Pope had placed naval expedition. The procession and the festival are therefore both “historical” as originating from the same event.

THE FRUITS OF THE GOLDEN LAND

During the months of September and October, is celebrated a bit all over Italy, the grape and  wine. The Castelli Romani  are famous for the wine, they honor this great gift of land with festivals and events in almost every town. Next weekend let us go in Velletri for the Festival of Grapes and Wines. Rich program that start  with the decoration of  the streets, squares and fountains. Opening of  “Living Wine” tasting points. At the city park “Checkers and Chess while drinking,” Giant Chess Game, Tastings, Music and Games until 20:30 when the historical parade will take place at night. The festival continues Sunday with a parade of flag-wavers, and at 16:00 with the historical procession along the city center. 17:00 hours Joust of the Quintana, 18:00,  Race of running barrels and  “Crushing Grapes”. Music, dances, wine and local specialties until late at night. In these two days the museums will be open to visitors entrance at reduced rates. The Tourist Information Point in Piazza Garibaldi will remain open to provide guidance and information about the event. Sunday 25th,  local shops will remain open 10/00 – 13/00 and 16/00 – 21/00. In the 2-day event, all over the streets you can find places with stand tasting of agricultural products, fancy goods and curiosities, music and entertainment of various kinds. Some restaurants offer special menus at special prices. Special event this year becouse the group of historical re-enactment of Marino  will honor’ the celebration bringing in the event the triumph of Marcantonio Colonna, who has been successfull in the famous battle of Lepanto. A great gesture of peace and mutual recognition between the two cities.

BREAD AND ARTISTS

BREAD AND ARTISTS

Next weekend Albano and Genzano will give you a warm welcom with two events:

IN ALBANO, THE FESTIVAL OF STREET ARTISTS NAMED "BAIOCCO"

The name of the Festival in Albano "Baiocco or Bajocco" came from an ancient italian currency denomination largely used in Central Italy, especially in Latium. The origin of the name is uncertain. Its value was originally equivalent to a shilling; disappeared after  the unification of Italy (Wikipedia).

 

IN GENZANO, THE FESTIVAL OF THE BREAD

The traditional Festival of the homade bread of Genzano take place every year in September. The purpose of the Festival it's to promote a product more representative of its rich heritage of manufacturing and quality not only locally but also nationally.

The town of Genzano di Roma is in fact part of the National City Bread, and homade bread of Genzano was the first in Italy to be awarded the I.G.P. (Protected Geographical Indication) by the European Union.

During the Festival, visitors can enjoy the local products and guided tours of the Sforza-Cesarini Park, the Village, the ovens and the historical museum of "Infiorata".

At 5 p.m. on Sunday is planned the realization of "The longest Bruschetta in the world".

Enjoy!!

 

PANE E ARTISTI

Il prossimo fine settimana Albano e Genzano vi danno un caldo benvenuto con due eventi:

AD ALBANO IL FESTIVAL DEGLI ARTISTI DI STRADA "BAIOCCO"

Baiocco o Bajocco proviene da una antica moneta in uso specialmente nel centro Italia e soprattutto nel Lazio. L'origine del nome è incerto, valeva circa un soldo d'argento. Nel tempo ha assunto il significato di un soldo di poco valore (che di solito è quello che si offre agli artisti di strada o a chi chiede l'elemosina).

Viene ancora oggi spesso usato per affermare "Non ho un soldo".

 

A GENZANO LA FESTA DEL PANE CASARECCIO

La festa del pane casareccio di Genzano, che ha luogo ogni anno in settembre, si propone di promuovere uno dei prodotti tipici più buoni dei Castelli Romani.

La città di Genzano di Roma, infatti, fa parte dell'Associazione Nazionale Città del Pane e il suo pane casareccio è stato il primo in Italia ad essere insignito del marchio I.G.P, (Indicazione Geografica Protetta) dalla Comunità Europea.

Durante la festa, oltre a gustare i prodotti tipici locali come appunto il pane e la porchetta, potete godere di visite guidate al bellissimo Parco Sforza-Cesarini, al borgo medievale, ai forni e allo storico museo dell'Infiorata.

Alle 5 del pomeriggio di domenica è prevista la Bruschetta Più Lunga del Mondo.

Buon divertimento||

UN RICCO WEEK-END

I Castelli Romani vi propongono per questo week-end un'offerta davvero ricca: praticamente ogni paesino si anima per rendere piacevoli ai residenti, ai visitatori e ai turisti le serate estive del fine settimana.

Alcuni esempi:

CASTELGANDOLFO:

  • 29/30/31 sagra delle pesche
  • domenica sera ore 20/30 concerto in piazza dell'orchestra "Europa Unita" in onore del Pontefice

 

NEMI:

  • Prima sagra dei fagioli "Gialloni con la sadorea"

 

ARICCIA:

  • Festa di S.Apollonia – Edizione estiva

 

FRASCATI: E' in corso il "Festival delle Ville Tuscolane" :

  • Venerdì 29 luglio Villa Torlonia ore 21/30 – ingresso libero – "Clown"
  • Domenica 31 luglio ore 21/30 Villa Torlonia – ingresso €5,00 Concerto di Arie Liriche di Bruna Baglioni Costantini
  • Lunedì primo agosto – Villa Torlonia ore 21/30 – ingresso €5,00 Matteo Musumeci in concerto
  • Prosegue inoltre l'iniziativa "Shopping fuori orario" con i negozi aperti anche di sera.

Vi ricordiamo inoltre che le associazioni Diakronica e Latium vulcano organizzano per tutta l'estate visite guidate ai borghi.

Buon Week-end a tutti voi.

TEATRO SOTTO LE STELLE NELL’ANTICO ANFITEATRO SEVERIANO

Dopo 1600 anni di silenzio, l’Anfiteatro romano di Albano apre le porte alla tragedia greca per eccellenza. Un tuffo indietro di 2500 anni nella cornice suggestiva dello splendido sito archeologico albanense, riaperto per l’occasione. Dopo i grandi successi delle “BACCANTI” (più di 1000 spettatori in 3 serate), torna ad Albano il dramma presentato dal Circolo degli Scipioni e dal Liceo Classico “Ugo Foscolo” al XVI Festival Internazionale del Teatro Classico dei Giovani di Siracusa.

Per informazioni sui biglietti, contattare il numero 334.7682284 (15 euro Poltronissime, 10 euro Poltrone. Abbonamento: 40 euro Poltronissime, 30 euro Poltrone).

SBRIGATEVI, SBRIGATEVI ITALIANI CHE SIETE NEI PARAGGI, E’ UN’OCCASIONE DA NON PERDERE!!

WOW!!

Wow! E’ l’unica parola che mi viene in mente per commentare l’Infiorata di Genzano 2011. Uno spettacolo folkloristico grandioso che, grazie alla ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, ha superato se stesso.

Le solite decine di figuranti che indossavano abiti bellissimi e curati in ogni dettaglio hanno accompagnato lungo la processione sui fiori una bandiera d’Italia lunga 150 metri mentre gli altoparlanti diffondevano fortissime le note di “Va Pensiero”.

Poi, migliaia di persone – tante ce ne saranno state lungo tutto lo snodarsi dei quadri floreali e sulla piazza – hanno intonato l’inno d’Italia e ci sono stati tantissimi applausi per tutti coloro che hanno contribuito a questa magnifica rappresentazione.

Mi spiace non aver fatto neanche una foto perché non era previsto che io rimanessi lì, avevo solo portato quattro turiste inglesi ma poi, per ragioni logistiche e anche un po’ perché mi faceva piacere vedermela (diciamolo), sono rimasta, ma non avevo con me la videocamera.